Tu sei qui: Portale documentazione cosa stiamo facendo

cosa stiamo facendo

Venerdì 24 giugno 2011 (ore 17 - 22) a Modena, si terrà il  seminario “Verso la nuova Casa delle donne” nella Sala del Consiglio comunale del Palazzo Municipale, in Piazza Grande, 16.
L’incontro, aperto a tutte/i e a partecipazione gratuita, intende contribuire alla definizione del progetto di realizzazione di una nuova Casa delle donne a Modena, partendo da un confronto con altre esperienze simili, sia a livello nazionale sia europeo.

Il seminario arriva a conclusione della fase di ricerca del progetto culturale (che si è affiancato a quello di recupero e ristrutturazione dell’edificio storico di Villa Ombrosa) avviato dal Comitato “Verso la nuova Casa delle donne di Modena” (formato dalle associazioni femminili modenesi: Adaser – Associazione Donne Arabe e Straniere in Emilia Romagna; Casa delle Donne contro la Violenza; Centro Documentazione Donna; Differenza Maternità; Donne nel Mondo; Gruppo Donne e Giustizia; Udi – Unione Donne in Italia di Modena) e finanziato dal Comune di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

La prima parte dell’iniziativa, che sarà aperta dai saluti di Giorgio Pighi, Sindaco di Modena; Andrea Landi, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Marcella Nordi, Assessora Pari Opportunità del Comune di Modena e introdotta da Rosanna Galli, Presidente del Comitato, prevede la presentazione di altre Case delle donne già esistenti ed operanti, con gli interventi di Costanza Fanelli della Casa Internazionale delle Donne di Roma e di Silvia Bon, Presidente alla Casa Internazionale delle Donne di Trieste, oltre alle due esperienze, nate di recente, del Comitato promotore “Verso la nuova Casa delle donne di Ravenna” e del Comitato promotore “Donne Terre-mutate dell’Aquila”. 

Nella tavola rotonda che apre la seconda parte del seminario, si affronterà il tema della politica delle donne, sia in termini di presenza nella politica istituzionale sia di rapporti tra le associazioni femminili e le Istituzioni locali, ampliando lo sguardo sul panorama europeo: il caso spagnolo e quello tedesco, la Lobby Europea delle Donne. Sono previsti gli interventi di: Lisa Mazzi, docente presso l’Università del Saarland (Saarbrûcken, Germania); Ludovica Botarelli Tranquilli, Segretaria Generale della Lobby europea delle donne, Antonella Picchio, docente di Economia di genere, Università di Modena e Reggio Emilia e sarà illustrato il contributo di Amaia Perez Orozco, economista, femminista nel movimento spagnolo, Apre i lavori, il saluto di Caterina Liotti, Presidente del Consiglio comunale di Modena. Coordina: Vittorina Maestroni, Presidente Centro documentazione donna di Modena

 



Azioni sul documento